5 trucchi di twitter che forse non conosci

Twitter, come Facebook, è una rete sociale in continuo aggiornamento. Introduce nuove funzioni e ne lascia morire altre, modifica la grafica (il famoso “Nuovo twitter“) e migliora le prestazioni  (avete notato che è parecchio tempo che non appare la “balena”, ovvero che non si blocca il sistema per sovraccarico di utenti e messaggi?).

Di fronte a tutto ciò è facile restare spaesati e lasciarsi scappare qualche “dritta” che può tornare spesso molto utile.

Curiosando ieri su alt1040.com mi sono imbattuto in un interessante post di @inti: “5 características de Twitter que tal vez no conoces“. L’ho tradotto e modificato aggiungendo il mio punto di vista. Mi scuso con Andrea (@hygbor), mia cavia negli esempi.


 

Far sì che qualcuno (o qualche lista) smetta di seguirti.

Spesso e volentieri “bloccare” una persona su twitter rappresenta una scelta troppo radicale e può dar il via a quelle “polemiche” in timeline che non portano da nessuna parte, fastidiose diatribe da mercato sul perchè si voglia limitare la libertà di espressione. Non entro nel merito e nell’etica del discorso, ci sarebbe da scrivere almeno una paginetta interlinea 1,5 bordi 3cm. Mi limito a darvi una dritta.
Esiste un metodo molto discreto per uscire in punta di piedi dai follower (o dalle liste) di un altro utente: bloccarlo per un paio di minuti per poi sbloccarlo. Ah, se solo funzionasse anche nel mondo reale!

 


 

Inviati un auto DM

Inviare a te stesso un  DM (Direct Message)  non deve spaventarti: gli amici ce li hai, non stai impazzendo. Può essere invece un ottimo e rapido sistema per buttare giù un appunto rapido, ricordarti di un link, scrivere la lista della spesa. La nuova versione di Twitter ordina i messaggi per mittente: è quindi facile e veloce accedere al tuo “taccuino personale”, alla lista dei messaggi diretti che ti sarai autoinviato, per ritrovare note e link.

 


 

Comandi da tastiera su Twitter

Lavorare con i comandi da tastiera, per esempio in un programma di grafica, è spesso molto più veloce e pratico che utilizzare il mouse, e non storcere il naso, è così. Lo dico io e ne sanno qualcosa i pianisti del Parlamento.
Anche Twitter ha i suoi “shortcuts” che ti permettono di navigare tra messaggi e funzioni e nello stesso tempo usare la mano destra per la sigaretta o scandagliare la profondità delle tue narici.

Navigazione generale:

  • j/k per muoverti avanti e dietro nei tweet
  • invio per entrare/uscire dalla visualizzazione avanzata di un determinato
  • barra spaziatrice per scendere nella lista dei tweet di “una pagina”
  • Shift+barra spaziatrice per fare l’esatto opposto, salire di una pagina
  • / (slash) per poter scrivere nel campo di ricerca
  • . (punto) per ricaricare i tweet e tornare al top della pagina

Giocare con le Timeline:

  • g seguito da h per tornare alla home (Go Home 😉 )
  • g seguito da r per visualizzare le @mentions o le replies
  • g seguito da p per entrare nel tuo profilo
  • g seguito da f per visualizzare i tuoi tweet preferiti
  • g seguito da m per leggere i messaggi diretti
  • g seguito da u per ricercare la timeline specifica di un altro utente

Azioni per i singoli tweet:

  • f (effe) per selezionare un tweet come preferito
  • r (erre) per rispondere ad un tweet
  • t (ti) per fare un retweet (RT)
  • m (emme) per inviare un messaggio automatico
  • n (enne) perscrivere un nuovo tweet
  • Esc (esch) per sbarazzarzi dei popup che compariranno utilizzando una delle caratteristiche elencate

 


 

Sbirciare nella Timeline degli altri

Mettiti nei panni di un altro utente per leggere la sua Timeline. È un sistema rapido e veloce per trovare nuovi contatti da seguire e sentirsi suocera per qualche minuto. Basta entrare nella pagina di un determinato utente, cliccare su “Following” (a destra, sotto la bio) e dopo su “Tweet” (a sinistra, sotto “NOME UTENTE segue X persone“).

 


@Papà, ti presento @Mamma

Il Followfriday è la versione moderna dei mercatini delle figurine dei calciatori. La comunità di twitter si incontra il venerdì nella piazza globale e si scambia nomi di persone interessanti da seguire. La struttura di un tweet del #followfriday (abbreviato #ff) è abbastanza semplice: si scrive #ff+testo desiderato+elenco degli utenti che si desidera consigliare.

L’errore che molti commettono è invece quello di iniziare il tweet con @nomeutente: se il messaggio inizia con la chiocciola entrerà nella timeline del destinatario, degli altri utenti citati e degli utenti che già seguono il mittente o gli altri destinatari del tweet. Ossia tutta gente che già si conosce e si segue: il followfriday in questa maniera non ha molto senso.

È quindi fondamentale non iniziare un #ff con la @.

Newsletter, una mail ogni tanto, giuro.

Vuoi ricevere aggiornamenti come "5 trucchi di twitter che forse non conosci" direttamente nella tua casella email? Iscriviti alla mia newsletter!

Commenta questo post

  • Facebook(0)
  • Google Plus(0)
  • Disqus(0)